Sull’applicazione del 416-ter: caso Chiriaco a pavia

Sull’applicazione del 416-ter: caso Chiriaco a pavia

Sulla riduzione di pene voluta da Renzie al 416-ter, interessante richiesta degli avvocati della difesa dell’ex capo della ASL di Pavia, Chiriaco, recentemente condannato per voto di scambio e concorso esterno in associazione mafiosa: la difesa ha cercato di chiedere l’applicazione per il proprio assistito delle pene “ridotte” di cui al 416-ter, piuttosto che quelle previste per il concorso esterno. Richiesta non accolta dai giudici, in quanto la condotta contestata non costituiva “solo” voto di scambio, ma un effettivo apporto che ha consolidato il potere della cosca. Ora, a parte il singolo caso processuale, é interessante notare come la riduzione delle pene licenziata in Parlamento, abbia indotto la difesa a chiedere proprio l’applicazione del 416-ter! Se le pene fossero rimaste quelle proposte dal M5S, non si sarebbe mai potuta verificare una ipotesi del genere. Lo scambio elettorale politico mafioso avrebbe dovuto essere sanzionato in maniera ben più pesante. Ma, evidentemente, sono in molti in Parlamento – e soprattutto al Governo – ad avere l’interesse contrario.

http://tinyurl.com/lly6wt4