Rinviata la legge su corruzione-falso in bilancio-autoriciclaggio.

Rinviata la legge su corruzione-falso in bilancio-autoriciclaggio.

Rinviata la legge su corruzione/falso in bilancio/autoriciclaggio. Avanti con la Responsabilità civile dei Magistrati (!)

Questa la decisione presa poc’anzi in Commissione Giustizia al Senato. Direi… la giusta risposta che si attendevano tutti gli Italiani. Poco importa che siano investiti dall’ennesimo turbinio di tangenti, un autentico terremoto che scuote dal Veneto l’italia intera. Come dire ai magistrati impegnati in queste delicatissime indagini… non vi preoccupate che adesso ci pensiamo noi…. a voi! Incredibile. Ha votato contro quest’ennesimo rinvio del provvedimento su corruzione/falso in bilancio/autoriciclaggio, oltre al M5S, solo la Lega Nord. Gli altri gruppi (il modello unico che insisto a chiamare PD-PDL), erano tutti d’accordo nel rinviare. Per evitare querele, aggiungo che il presidente Nitto Palma ha avuto la sensibilità di chiedermi di evitare di dichiarare che “viene accantonato il provvedimento sulla corruzione per sostituirlo con quello sulla responsabilità civile dei magistrati”. Tecnicamente, non si tratterebbe infatti di una mera “sostituzione” ma… “dell’inserimento di un nuovo provvedimento nelle more del rinvio di quello vecchio” (sic!). Beh… contento lui, l’ho detto. Dal Fatto di oggi, tuttavia, apprendo che “nel partito di Berlusconi c’é chi racconta che l’ex Cavaliere baratterebbe il suo assenso alla riforma costituzionale del Senato, in cambio della mancata reintroduzione del falso in bilancio“. Si tratta di una ipotesi credibile. E che spiegherebbe molte cose. Spiegherebbe ad esempio perché martedì sera in Commissione Giustizia al Senato il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri (già in quota centro-destra) ha chiesto ed ottenuto (col parere contrario del M5S), di sospendere all’ultimo minuto la votazione del provvedimento. Analogamente a quanto avvenne per il 416-ter, é realistico ritenere che anche questo stop sia figlio incestuoso di ricatti interni alla maggioranza, che da una parte vorrebbe procedere e dall’altra… é costantemente trattenuta da qualche ordine di livello superiore. Il Movimento 5 Stelle si batte da oltre un anno per l’approvazione di questa legge anti-corruzione, notoriamente qualificata come “divisiva” (dei precari equilibri di Governo) dal Presidente Nitto Palma. Su nostra richiesta e nelle more dello scandalo Expò, il PD durante la campagna elettorale aveva convenuto sulla calendarizzazione della discussione in aula del provvedimento e quindi di accelerarne l’iter in Commissione. Ma adesso che la campagna elettorale é finita, ogni scusa é buona per rinviare. L’ultima scusante é che il Governo, vorrebbe presentare un proprio disegno di legge, alternativo. Ma nel nostro paese le leggi non dovrebbe farle il Parlamento? Perché cari colleghi del PD non riconoscete che, anche con la migliore delle volontà, una legge seria contro la corruzione, il falso in bilancio, l’autoriciclaggio fino a che state sotto il ricatto di berlusconi, non la farete mai?

http://tinyurl.com/ptcjfqk