Autonomia della Magistratura : il voto alla Camera

Autonomia della Magistratura : il voto alla Camera

Roma.
UNA RIFLESSIONE SUL VOTO DI IERI ALLA CAMERA:

L’astensione del M5S sul provvedimento approvato, che mina gravemente l’autonomia e l’indipendenza della magistratura (che abrogheremo in Senato), consente di fare un paio di considerazioni:
1. nel PD esiste una forte presenza di imperterriti filo-PDL, i 101 che hanno “silurato” Prodi per intenderci, che avrebbero fatto carte false (anzi che hanno fatto carte false), pur di governare con Berlusconi ed i suoi accoliti, e che ieri hanno assieme a Lega e PDL mandato un messaggio trasversale ai magistrati che indagano sulla nuova tangentopoli : “Attenti, che se voi vi occupate di noi… noi ci occuperemo di voi”. Vero é che se il M5S avesse votato contro, anziché astenersi, il provvedimento non sarebbe passato. Ma non avremmo mai saputo quello che invece ora é evidente a tutti: ovverosia che la vera anima del PD emerge ogni qualvolta – con voto segreto – affronta questioni delicate come questa.
2. Cosa sarebbe successo nel nostro paese, se il Senato fosse già stato soppresso? La norma approvata alla Camera grazie ai franchi tiratori del PD sarebbe legge dello Stato. E addio autonomia della magistratura, che tratterebbe d’ora in poi differentemente il semplice cittadino da quello “potente”. Con buona pace dei cittadini onesti.

http://tinyurl.com/phve3cc