Il Movimento 5 Stelle a Roma cerca di salvare il tribunale

Il Movimento 5 Stelle a Roma cerca di salvare il tribunale

Un articolo di Andrea Varagnolo apparso su La Nuova di Venezia e Mestre a seguito del nostro incontro pubblico del 29 novembre a Sottomarina.

CHIOGGIA. «Il Governo si appresta a varare un decreto legge che potrebbe salvare una decina di tribunali e potrebbe profilarsi una soluzione anche per Chioggia». Seppur assai flebile, una speranza la lascia presagire anche per il Clodiense, il senatore grillino Enrico Cappelletti, intervenuto venerdì sera al centro congressi di Sottomarina. Gli argomenti trattati durante l'incontro sono stati i più svariati, ma solo alcuni hanno riguardato la realtà locale, come quello della chiusura della sezione distaccata del tribunale di Venezia. L'intervento del senatore Cappelletti, cofirmatario di un'interrogazione ad hoc presentata ai primi di settembre al ministro della giustizia, Annamaria Cancellieri, lascia presagire margini di modifica alla riforma attuata dal decreto legislativo 155 del 2012, che ha disposto, fra gli altri, anche la chiusura del tribunale di Chioggia. Sarebbe infatti allo studio un decreto di modifica, che potrebbe ripristinare una decina di tribunali, mentre altri venti potrebbero essere convertiti in sedi distaccate. Ed è nelle more di questo iter, che si potrebbe intravvedere uno spiraglio anche per la nostra realtà. «D'ora in poi», assicura a tal proposito Cappelletti, «cercheremo di valutare ogni singolo provvedimento, per arrivare, almeno, al male minore». Il senatore resta cauto e moderatamente ottimista, ma spiega che la realtà di Chioggia presenta delle criticità che potrebbero giustificare un ritorno del tribunale. «Io ho posto la questione del clodiense», continua il senatore, «perché può essere coinvolta in un eventuale aggiustamento della riforma. La situazione di Chioggia è del tutto particolare, in considerazione del fatto che il tribunale accorpante presenta delle problematiche logistiche uniche nel panorama nazionale». Ma la cautela è d'obbligo, anche perché una sola eccezione farebbe da apripista a un possibile sconvolgimento della riforma. Adesso, comunque, si guarderà anche al referendum per abrogare la riforma della geografia giudiziaria. Chiuso il tema tribunale non sono mancati attacchi alla giunta comunale da parte del consigliere Gilberto Boscolo, sugli sprechi delle partecipate, chiedendo la chiusura di Sst. C'è stato anche un accenno alla mancanza di collaborazione delle altre forze politiche in seno al Consiglio, che si opporrebbero in maniera preconcetta a ogni proposta dei grillini. Andrea Varagnolo
fonte: http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2013/12/01/news/il-movimento-5-stelle-a-roma-cerca-di-salvare-il-tribunale-1.8221508
http://tinyurl.com/nuhxf7o